Home / News / Impatto delle diverse capacità motorie sull’andamento del BMI in un campione maschile e femminile di scolari di 10 – 11 anni

Impatto delle diverse capacità motorie sull’andamento del BMI in un campione maschile e femminile di scolari di 10 – 11 anni

The impact of different motor skills on changes in BMI in a sample of males and females between the ages of 10 and 11

MARCELLO F., CIUTI C., MASIA P., LODDO A., FOIS F., PLLOSU P., SIMULA A

Abstract
È stato studiato un campione casuale di 82 scolari di 10 – 11 anni, di cui 34 femmine e 48 maschi con l’obiettivo di verificare se la quantità di pratica motoria è sufficiente ad influenzare il BMI e di differenziare l’andamento delle diverse capacità motorie. Sono stati utilizzati test, noti in letteratura, per misurare le componenti esplosive della forza degli arti superiori e inferiori, la componente reattiva e la frequenza dei movimenti degli arti inferiori, alcune funzioni coordinative come l’equilibrio, la differenziazione (modulazione della forza), la combinazione e la fantasia motoria.
I dati sono stati inoltre confrontati con i risultati di uno studio di coorte condotto in Italia dal CONI a cavallo degli anni 90.
La regressione lineare ha effettivamente confermato l’esistenza di un nesso causale tra il BMI, assunto come variabile dipendente e alcuni test dell’area condizionale. La potenza (Power w/kg) ottenuta nei saltelli elastici successivi su pedana ottica può essere considerata predittore di un BMI medio-basso (β = -0.397, p = 0.002). Analogamente la forza esplosiva misurata con il lancio da seduto del pallone da basket in avanti, è un predittore per un BMI medio-alto (β= 0.308, p = 0.025).
La convinzione che le nuove generazioni siano motoriamente meno performanti rispetto al passato è probabilmente del tutto errata.
Lo sport attuale, a tutti i livelli, richiede maggiore velocità esecutiva e un livello coordinativo oggettivamente superiore. I due campioni, quello degli anni 90 e quello attuale, sostanzialmente si equivalgono, in qualche caso gli esiti di questo studio hanno evidenziato una migliore efficacia del campione contemporaneo, da interpretare con le dovute cautele, vista la grande differenza numerica tra le due popolazioni (900 circa negli anni 90, 82 in questo studio).

Abstract
The study was carried out on a random sample of 82 subjects aged 10 to 11 years, of which 34 were females and 48 males, with the aim of verifying whether the daily amount of exercise is sufficient to influence BMI and have an effect on the development of different motor skills. The tests used are well-known in literature for measuring the fast strength of upper and lower limbs, the reactive strength and the frequency of lower limb movements, as well as some coordinating functions such as balance, differentiation (the capacity to modify strength), combination (the capacity to synchronise and connect different muscle movements) and the ability to be imaginative during exercise (being able to choose the most appropriate movement quickly).
The data were also compared with the results of a cohort study conducted in Italy by the CONI in the 1990s.
Linear regression has indeed confirmed the existence of a causal link between BMI, assumed as a dependent variable, and some conditional tests. The value of power per Kg of body weight (Power w / kg) obtained in tests involving continuous bouncing on an optical springboard can be a sign of a medium low BMI (β = -0.397, p = 0.002). Similarly, the value of fast strength obtained by throwing a basketball forwards from the sitting position can be a sign of a medium to high BMI (β = 0.308, p = 0.025).
The belief that the amount of exercise carried out by the new generations is lower than in the past is surely not true of the last 25 years. Sports nowadays at all levels require more speed and an objectively superior level of coordination. The two studies, that from the 1990s and the present one, have shown basically the same results. In some cases the results of this study have shown that the current sample is effectively better, albeit with slight differences compared to that of the 1990s. This
data should, however, be interpreted with due caution, given the large numerical difference between the two populations analyzed (900 in the 90s, 82 in this study).

Valutazione Motoria

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com